mercoledì 18 dicembre 2013

Libri preferiti di Anastasia

Libri: uno dei miei oggetti preferiti! Mi sarebbe piaciuto fare una lista di libri che amavo particolarmente durante la mia infanzia, ma gran parte di questi è di autori polacchi, non tradotta in lingua italiana. Quindi inutile consigliarli, se non li potete leggere ai vostri piccoli! Ho pensato quindi, in base alle mie osservazioni, di fare una specie di lista di libri preferiti di mia figlia Anastasia. Lei ha 22 mesi e l'elenco include anche quelli di quando era proprio piccina... Non che ora sia grandissima, ma nella sua "carriera di lettrice" è ormai al secondo step, ovvero dai semplici libricini illustrati è passata ai libri con brevi racconti. Magari questo elenco con breve descrizione sarà d'aiuto a tutti quelli che vogliono regalare un libro ad un bambino e non hanno idea di cosa scegliere.


• I MIEI PICCOLI LIBRI SONORI
di Marion Billet
Una serie di piccoli libri cartonati, dalla quale ho scelto i quattro titoli che a Anastasia sono piaciuti di più: "Gli strumenti""La natura""Gli uccelli" e "La fattoria". Illustrati bene, semplici e colorati, questi libretti hanno una caratteristica: su ogni doppia pagina c'è un piccolo bottone, che nasconde un suono corrispondente al soggetto. I suoni sono abbastanza realistici e aiutano ai piccoli nella scoperta e nella conoscenza del mondo che li circonda. Noi li abbiamo usati presto, a circa 7 mesi. 
A giudicare dal grado di distruzione, quello che Anastasia ha apprezzato di più è senz'altro "Gli strumenti". E io sono d'accordo con la sua scelta.:-))






• DOV'E' LA MIA MAMMA?
di Matt Wolf
Uno dei primi libri che è finito nelle mani di Anastasia. "Dov'è la mia mamma?" è una storia semplice, carina e con lieto fine: un bel giorno nel mezzo di un prato verde, nasce un piccolo pulcino. Non si sa come mai la sua mamma non si trova vicino lui in questo importante momento... Allora il pulcino si mette in marcia alla ricerca della sua mammina. Incontra diversi animali della fattoria e alla fine trova non solo la sua mamma chioccia, ma conosce anche i suoi piccoli fratellini!
Credo che il punto forte di questo libro, a parte il formato abbastanza grande, sono le finestrelle che troviamo su ogni pagina. Il bambino, cercando insieme al pulcino la sua mamma, apre le finestre per vedere quale sorpresa si trova all'interno... 




• LE MIE PRIME PAROLE
di Ruth Redford e Maria Medocks
"Le mie prime parole". Anastasia familiarizza con i libri da quando ha più o meno 6 mesi. Questo libro cartonato, dal formato abbastanza grande, l'ha conquistata subito. Su ogni pagina si trovano una serie di disegni accompagnati da parole che li descrivono. Ci sono i giochi, il cibo, gli animali, i vestiti... Cose di tutti i giorni che pian piano entrano a far parte della vita di ogni bambino. Anch'io ho apprezzato molto questo libro, con bellissimi a mio parere disegni, con fori su alcune pagine ed elementi con stoffe e texture diverse, buchi e finestrelle. Lo consiglio come modo per introdurre parole nuove ed imparare giocando. 




• TIM VA IN OSPEDALE
di Lisbet Slegers
"Tim va in ospedale" è stato per molto tempo il libro preferito di mia figlia. Le piaceva la storia di quel piccolo bambino di nome Tim, che facendo una passeggiata con il suo orsacchiotto, inciampa su un grande sasso, cade e batte la testa... Povero Tim! Arriva l'ambulanza, il bambino finisce in ospedale con la testa fasciata. Inizialmente è un po' triste, ma poi arrivano gli amichetti con dei regali, Tim conosce in ospedale gli altri bambini e capisce che stare lì non è sempre così brutto! Ovviamente guarisce in fretta e con la sua mamma presto torna a casa. 




• NINNANANNA NINNA-O
di Giulia Orecchia e Giovanna Mantegazza
Il libro del momento: "NInnananna ninna-o". Anastasia lo adora! Pretende di farglielo leggere ogni volta che va a dormire. Il libro contiene 11 ninnenanne. Ognuna di loro comincia con il classico: "ninnananna ninna-oooo...!" per poi trasformarsi ogni volta in una canzoncina diversa. Il bambino viene assegnato alla nuvoletta, al vento, alla luna... Attraverso viaggi immaginari arriva alla sua mamma e poi arriva anche il sonno... Perché le piace così tanto? Credo che quello che conquista è il fatto che viene spontaneo cantare le ninnenanne invece di recitarle; perfino ad una persona poco intonata come me viene naturale... E per un bambino questo momento diventa speciale, perché non c'è una cosa più bella che essere cullati dalla voce più cara che c'è, anche se è la più stonata...!




• IL VASINO DELLA PRINCIPESSA
di M. Williamson
"Il vasino della principessa" è un libro perfetto come aiuto allo spannolinamento. Quindi regaliamo questo libro ad una bambina; mettiamola sul vasino e in attesa del risultato la intratteniamo con la storia: Lilly è una bambina per la quale è arrivato il momento di togliere il pannolino. Che emozione! Lilly insieme alla mamma va in un negozio per le principesse a comprare un vasino (sì! perché "anche le principesse usano il vasino"!), dove comprano anche le mutande visto che il pannolino non le servirà più! La bambina pian piano comincia a prendere confidenza con questo oggetto sconosciuto qual è il vasino; prima fa la pipì, poi la cacca... La famiglia applaude felice per il gran risultato! Poi la bimba pulisce il sederino, si lava le mani... Certo, poi succedono anche gli episodi poco piacevoli come pipì sul pavimento, ma la mamma dice che non bisogna preoccuparsi perché ci si può esercitare anche in questo!
Ho preso questo libro quest'estate, quando ho deciso di provare a togliere il pannolino ad Anastasia. Il libro (con il suo pulsante con rumoroso "applauso") è stato molto apprezzato ed Anastasia sembrava aver capito bene il racconto... Ma alla fine non ha voluto seguire l'esempio della piccola Lilly; girando pagine si limitava di raccontare a modo suo ciò che vedeva... E quando le proponevo timidamente se vuole mettersi sul vasino, cambiava discorso...
Eh va bene, probabilmente non era ancora pronta ad abbandonare il pannolino (al momento aveva quasi 18 mesi)... Quindi ok, riproveremo l'anno prossimo;-))
Ah! Il libro è disponibile anche nella versione per i maschi ("Il vasino del pirata").




• IL PICCOLO BRUCO MAISAZIO
di Eric Carle
"Il piccolo bruco maisazio" è un libro bellissimo. Racconta una semplice storia di un piccolo bruco che improvvisamente sente grossa fame e va in cerca di qualcosa da mangiare. Mangia tutto quello che trova di commestibile e dopo una settimana, quando ormai è diventato bello pieno dice basta... E cade nel sonno profondo. Dopo un po'... Magia, è diventato una farfalla! Spicca in volo grazie due ali grandi e coloratissime! 
Le immagini di questo libro sono semplicemente stupende, colorate e particolari; ci sono pagine ritagliate e i piccoli buchi. I bambini, seguendo il bruco nella sua ricerca di cibo, possono imparare i numeri, i giorni della settimana  e scoprono come nella natura un bruco si trasforma in una farfalla.



Anastasia sta conoscendo ed esplorando il mondo di libri con grande entusiasmo. La passione per la lettura si acquisisce ed io per ora sono molto felice che sono riuscita a trasmettergliela. Adesso il compito è quello di mantenere vivo l'interesse per la lettura.
Vorrei che Anastasia (e poi anche Adele) provasse le mie stesse emozioni leggendo i libri, per questo pian piano sto riempiendo la sua libreria con i libri che una volta ho letto, adorato e che mi sono rimasti impressi nella mente.
Spero, che un giorno, quando li leggeremo insieme, apprezzerà... E io sarò molto felice di poter tornare indietro nel tempo, diventare per un attimo bambina di nuovo ed emozionarmi ancora come quando ero piccola:-))

Nessun commento:

Posta un commento

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!