giovedì 13 marzo 2014

Tappeto verde in cucina: il crescione

Continuo a gioire l'arrivo anticipato della primavera che ormai ha fatto alla grande il suo ingresso a casa nostra (e non solo) portando con sé molta allegria. Il sole scalda e invita ad uscire, Anastasia ingenuamente cerca di fare amicizia con le api e dalle passeggiate con i nonni porta a casa fiori. L'albero degli uccellini incanta e cattura lo sguardo con i suoi colori brillanti.
La primavera è arrivata prima e a casa nostra c'è anche una piccola novità verde: il crescione. Quest'erba (chiamata anche agretto) è davvero semplice da coltivare in casa o nell'orto. Il crescione non è per niente esigente: gli piace acqua, luce (ma non del sole diretto!) e caldo... Se ha questi requisiti è sicuro che in cambio ci darà tanto... Tanto verde!
Basta un qualsiasi recipiente, un po' di ovatta o di terra dove seminare il crescione. L'erba cresce a vista d'occhio e quando comincia non si ferma più; infatti già il giorno dopo germoglia e dopo una settimana può essere mangiato. Ha una vita breve, meglio mangiarlo presto perché dopo la fioritura diventa troppo acido.
In Polonia il crescione è abbastanza diffuso, apprezzato e molto amato. Sulla tavola pasquale un vaso verde pieno di questa erba non può mancare. Ti mangi un uovo sodo, lo ricopri di maionese e di crescione fresco direttamente dal vaso. Si raccolgono semplicemente le foglie, che sono piccoline e ovali. Yummy.
Il crescione ha un gusto forte, piuttosto pungente che può non piacere a tutti. Si consuma prevalentemente fresco; a me piace metterlo semplicemente sul pane spalmato di formaggio fresco... Mmmmmm... Una bontà!
Ha molte proprietà nutrizionali: è ricco di sali minerali e di vitamine, disinfetta le vie urinarie (ma non va consumato dalle persone che hanno infezioni urinarie perché può aggravare la situazione), migliora l'aspetto dei capelli, delle unghie e della pelle (acne), aiuta nella digestione e ha proprietà disintossicanti.
Ho deciso di collocare il mio crescione in un contesto scenografico che fa molto Pasqua (anche se Pasqua è ancora molto lontana;-))): ho conservato dei gusci delle uova usate per diverse preparazioni culinarie, li ho rivestiti dentro di ovatta e ci ho buttato dentro i semi - in questo mi ha aiutato Anastasia. Come sempre ha mostrato grande entusiasmo, cospargendo i semi ovunque, alcuni anche dentro i gusci;-)))
I gusci li ho messi semplicemente dentro un contenitore di cartone per le uova, che volendo si potrebbe anche decorare. A me piaceva "al naturale". Poi basta dare un po' di acqua una volta al giorno e mettere il contenitore in un posto dove c'è abbastanza luce. 
Tutti i giorni insieme ad Anastasia seguivamo la crescita dell'agretto. Strano, ma io, ormai in un certo senso vecchia, rimango ancora meravigliata di fronte a certe cose. Il giorno dopo la semina guardavamo come spuntavano i filetti chiari dai semini marroni e facevamo in coro: "OOOOOH!" E sì, la velocità con cui cresce questa erba mi lascia a bocca aperta ogni volta che la vedo:-D
Ad Anastasia piace accarezzare il crescione, ormai diventato lungo dopo solo una settimana! E devo dire che questa erba dentro i gusci ci sta proprio bene, è carina messa sul tavolo della cucina, molto decorativa.
Quasi quasi mi dispiace mangiarlo... Non è vero, non vedo l'ora di farci colazione;-)))










2 commenti:

  1. Mój zeszłoroczny pomysł:)
    Też miałam zasadzoną rzeżuchę w skorupkach:)
    Zresztą prawie całą zimę pochłaniałam kanapki z dodatkiem rzeżuchy.
    Specjalnie w ub. roku kupiłam więcej paczek, bo u nas dopiero teraz pojawiają się nasionka w sklepach;)
    Smacznego!

    RispondiElimina
  2. no pomysl nowy nie jest, widzialam w necie i mi sie spodobal :-)))
    ja zrobilam blad, nie iedzialam jakie sa ceny rzezuchy i zaplacilam na ebayu (z przesylka) 5€!!! a potem ktoregos dnia odkrylam, ze paczka nasion w lidlu kosztuje... 0,29€... coz. myslalam, ze sie ugryze!
    :-))))

    RispondiElimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!