giovedì 24 aprile 2014

Nel bagnato mondo delle chiocciole


In questi giorni il tempo è molto variabile; la mattina piove, poi all'ora di pranzo spunta un po' di sole, nel pomeriggio escono di nuovo nuvole scure, piove ancora e verso sera il cielo si rasserena. Sembra di stare a Londra, vero?:-)))

A dire il vero la pioggia non mi piace, ma il dopo pioggia - sì! Qualche volta usciamo apposta per respirare quest'aria fresca, e ovviamente c'è chi esce per saltare nelle pozzanghere! Come dice Anastasia: "Faccio plop, plop!" Le prime volte saltava timidamente, alzando appena i piedi da terra e spostando poco l'acqua. Ora salta dentro la pozzanghera con una forza tale, che l'ultima volta è tornata a casa con i pantaloni bagnati fino al ginocchio.

Chi è - a parte noi - che esce fuori dopo la pioggia? Ovvio, le chiocciole! Siamo andate a cercarle l'altro giorno e non è stato affatto difficile, ce n'erano davvero tantissime sulla strada! Per un po' ci siamo dedicate a salvarle dal reale rischio di morte sotto ai piedi di qualche passante... Anastasia le raccoglieva e le portava sul prato accanto al percorso che stavamo facendo. Le chiocciole nascondevano le corna all'istante, per poi tirarle fuori incuriosite subito dopo.

Anastasia è una tipa "coraggiosa", prende tranquillamente in mano qualsiasi specie di insetto: l'ho vista accarezzare ragni (come reazione ho avuto mezzo infarto in quanto mi fanno schifo), studiare attentamente il corpo di uno scarabeo che girava tra le dita (a mio parere non era nemmeno più vivo), giocare con un'ape (e lì mi sono davvero spaventata!), acchiappare (senza successo) le formiche e così via. La passione per gli insetti deve averla presa dal papà, in quanto a me fa senso tutto quello che ha più di quattro zampe;-)) Le chiocciole non sono insetti ma molluschi, comunque sembra che per ora nemmeno questo tipo di animale le fa senso né paura. Le guardava incuriosita e io non riuscivo a spiegarle che la conchiglia che la chiocciola porta sulla schiena è casa sua:-)))
Al ritorno a casa cercavamo le chiocciole sulle piante lungo la strada; ce n'erano di diversi tipi, colori e grandezze. Le osservavamo muoversi lentamente, alcune se ne stavano semplicemente ferme su qualche pianta. Siamo tornate a casa più ricche di esperienza, soprattutto Anastasia che ha imparato qualcosa di nuovo sul mondo degli animali.

Anche per me ogni esperienza - anche la più piccola - è spesso uno spunto per fare/creare qualcosa. E anche questa volta è stato così, mi è venuta voglia di immortalare una chiocciola - per sempre!:-D
Mi sono ricordata delle tele da pittura che durante l'ultimo trasloco avevamo lasciato nel garage e non le avevo più usate. Mi sono scervellata un po' per inventarmi il modo per poter far partecipare anche ad Anastasia alla creazione dell'opera - perché non è proprio semplice inventarsi qualcosa per una duenne, che non sia troppo complicato. Alla fine ho avuto un'idea: ho preso il nastro adesivo di carta e a grandi linee ho tracciato sopra la tela la forma di una chiocciola seduta su un ramoscello... Una cosa figurativa, veramente semplice, squadrata. Una volta incollato l'adesivo ho preparato i colori: per rappresentare l'habitat delle lumache ho utilizzato il verde (piante), l'azzurro e il viola (acqua). Poi è andato tutto come al solito ormai, per Anastasia pasticciare con i colori è un'attività che conosce benissimo. Ha pitturato con le mani tuta la tela, che poi ho messo ad asciugare fuori. Poi, una volta asciutta, ho tolto il nastro adesivo... Beh, il risultato è stato sorprendente; la carta adesiva ha fatto filtrare delle piccole goccioline di colore sulla tela, per cui l'effetto era ancora migliore di quel che mi aspettavo. Questa "opera d'arte" collettiva l'ho chiamata: "Nel bagnato mondo di chiocciole".

Ci tengo a far presente, che nessuna chiocciola ha sofferto durante questo servizio fotografico;-)))



























4 commenti:

  1. Ma dove le peschi tutte queste idee??
    Il risultato finale è veramente di grande effetto e l'idea può essere adattata ad altri 1000 soggetti!!
    Vabbè, non ho parole... Semplicemente geniale! ^_^

    RispondiElimina
  2. Grazie koko!
    Come ho scritto sopra, ogni piccola cosa può essere uno spunto per creare qualcosa!
    Di idee ne ho in testa tante, peccato solo che il tempo scarseggia! :-D

    RispondiElimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!