sabato 10 maggio 2014

Libri preferiti di Anastasia: Ma questo lupo esiste davvero?

L'amore di mia figlia per "Cappuccetto Rosso" è sbocciato improvvisamente qualche tempo fa, quando per la prima volta le ho letto la storia della bambina ingoiata da lupo malvagio. Beh, effettivamente è una storia affascinante, anch'io a quell'età amavo le fiabe, con "Cappuccetto Rosso" in pole position!
Così ho tirato fuori questo libro molto simpatico, che occupa un posto nella nostra libreria già da un po' di tempo. "Lupo lupo, ma ci sei?" è una storia alternativa di Cappuccetto Rosso, che nelle pagine del libro viene nominato solo una volta. Comunque, potrebbe essere una bambina qualunque, vestita di rosso, con un cappello (anch'esso rosso) in testa.
"Lupo lupo, ma ci sei?" prende dunque lo spunto dalla storia di Cappuccetto Rosso. E' anche evidente che la piccolina ha paura del lupo cattivo! Lo vede ovunque: le sue impronte, il suo "naso bavoso", la linguaccia, i suoi occhi grandissimi, le zampe, i denti, le orecchie... La bambina attraversa il bosco accompagnata da un uccellino (ma non credo vada dalla nonna, non c'è traccia del cestino), e il più delle volte ha una faccia spaventata... Quindi sarà adesso che il lupone salta fuori da dietro un cespuglio? Aspettiamo tutti la sua comparsa con il fiato sospeso ma... Il lupo non arriva mai! Ma cos'è questa storia?!?
In ogni pagina del libro ci sono delle finestre dalle quali si vedono le parti del corpo del lupo; poi si solleva l'anta e si scorpre che... Di certo non lo dirò io, altrimenti che sorpresa sarebbe? Posso solo svelare che tutto quello che vede la bambina non è quello che sembra... !
La lettura del libro scorre bene, ci sono poche frasi in rima, sono anche simpatiche; quando arrivo a leggere: "Mi fa schifo il tuo naso bavoso!" Anastasia si piega in due dalle risate! Mi sono accorta proprio oggi, mentre giravo le pagine per fare le foto per questo post, che lei conosceva la storia più o meno a memoria! Sulla copertina c'è scritto "da 3 anni" ma secondo me già un bambino di due anni sarà in grado a comprenderlo bene. E' quindi una lettura divertente, alla quale si torna volentieri più e più volte.

Io questo libro lo trovo fantastico; nel personaggio immaginario del "lupo cattivo" si possono riconoscere tante delle paure dei bambini: buio, temporale, mostri, fantasmi e così via... All'età di 2-3 anni e più avere paura di qualcosa di irreale è un fenomeno frequente, e anche molti adulti devono spesso far fronte alle loro paure! Quella del lupo è una metafora molto carina, che aiuta ad affrontare questo tema; aiuta a parlarne e a far capire ai bambini, che questo "lupo" non è poi così cattivo, anzi - esiste solo nell'immaginazione e questo libro ce lo dimostra!

"Lupo lupo, ma ci sei?" di Giusi Quarenghi e Giulia Orecchia, Giunti Editore











1 commento:

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!