lunedì 26 maggio 2014

Un ricordo per ogni lato... di un cubo!


Sono rari i momenti in cui riesco ad uscire da sola, ma pian piano che Adele cresce riesco a farlo sempre più spesso. Un po' di giorni fa sono "scappata" di casa e sono capitata in un negozio del fai da te. Così ho fatto un giro in cerca di "qualcosa"... Qualcosa di non definito; più che altro ero lì per esplorare, individuando idee nascoste tra gli scaffali del negozio. Il mio tempo a disposizione era pochissimo perché Adele ha ancora un'autonomia piuttosto limitata... Ho girato lungo le corsie, scrutando i ripiani, cercando attentamente qualcosa che mi potesse ispirare. Eccolo! Un cubo di legno posto su una mensola in basso. Non troppo grande, ma nemmeno piccolo (72 mm x 72 mm). Una misura giusta per farci un... Portafoto! Sei lati, quindi sei foto - un oggetto ricoperto di ricordi, da regalare a chi questi momenti ha condiviso insieme a me. Sono corsa a cercare la carta che avrei usato come sfondo e ne ho trovato una bellissima: carta di riso, sottile, in bianco e nero, con le immagini retrò che ricordano un vecchio giornale. La spesa era fatta e soddisfatta potevo tornare a casa, Adele già aspettava il suo pranzo;-)))




Una volta a casa, trovato il tempo per potermi dedicare alla realizzazione del portafoto, ho preso il materiale necessario:
  • cubo di legno (72 mm x 72 mm)
  • colla vinilica
  • pennello
  • carta di riso
  • 6 foto
  • forbici
  • piccoli cerchietti autoadesivi
Ho tagliato la carta di riso in piccoli pezzi (più o meno 3 cm x 6 cm ma non serve essere precisi); in realtà si potrebbe usare benissimo la carta di un giornale - sarà perfetta e senz'altro più economica della carta di riso. La base in bianco e nero fa risaltare di più le foto colorate, ma volendo si può fare anche al contrario - ricoprire il cubo di carta colorata ed incollarci sopra le foto in bianco e nero. Ho preso la colla vinilica diluita nell'acqua e ho cominciato ad incollare i pezzi di carta, ricoprendo tutto il cubo in modo più uniforme possibile. Ho continuato finché il legno non traspariva più da sotto la carta.





Ho cercato le foto da mettere sul cubo; bisogna "sacrificarne" sei. Le ho ritagliate in modo che - una volta incollate - sarebbe stato visibile il bordo decorativo del cubo, circa 1 - 1,5 cm. Lo spazio per le immagini è piccolo, per cui ho ritagliato solo dei dettagli delle foto scelte. Le ho incollate ognuna su un lato del cubo (ho aggiunto anche dei piccoli cerchietti decorativi sopra alcuni angoli), ricoprendo poi tutto quanto di colla vinilica - anche la superficie della foto. Per fare un lavoro pulito ho incollato una foto per volta e poi ho lasciato ad asciugare bene - in questo modo non si lasciano le impronte delle mani. Se lo si fa in una giornata di sole, come ho fatto io, il tempo di asciugare è davvero poco e si può proseguire senza dover aspettare molto.
Poi ho continuato fino a ricoprire tutti i sei lati del cubo. Bisogna ricordarsi di applicare la colla con il pennello sempre in una direzione (ad esempio dall'alto verso il basso o dalla sinistra verso destra), perché anche una volta asciutte e diventate trasparenti, le spennellate di colla saranno un po' visibili. Fatto questo, il cubo è pronto.



Il cubo portafoto essendo fatto di legno è piuttosto pesante; oltre a stare su una mensola o su una scrivania, può essere usato come fermacarte o - perché no? - se dovesse servire, un fermaporta improvvisato!
:-))



Nessun commento:

Posta un commento

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!