lunedì 28 luglio 2014

"L'alfabeto del bambino naturale" = l'alfabeto dell'amore

Inizialmente avevo pensato che scrivere una recensione su questo libro non sarebbe stata una grande idea... Perché? Perché quando l'ho sfogliato per la prima volta sono rimasta letteralmente senza parole e ho pensato che qualsiasi cosa avrei voluto scrivere, non sarei stata in grado di rendergli giustizia. Per me è stato amore a prima vista, a prima letta, mi ha "illuminato d'immenso"... Ho sentito un grande desiderio di esprimere i miei pensieri riguardo a questa meraviglia chiusa dentro un piccolo cofanetto di colori evanescenti. E nonostante il timore di non essere all'altezza di riuscire a trovare le parole giuste, ho deciso di farlo.

Tempo fa avevo visto la copertina de "L'alfabeto del bambino naturale" da qualche parte su internet. Mi aveva incuriosito ed avevo pensato: "un giorno lo comprerò"... Poi una mia amica che l'aveva già acquistato mi fece dare un'occhiata, anche se a grandi linee perchè volevo che fosse una sorpresa nel momento che l'avrei sfogliato per la prima volta, da lì a pochi giorni il mio personale cofanetto era già tra le mie mani. 

Sul retro della copertina Elena Balsamo, l'autrice de "L'alfabeto del bambino naturale" si rivolge ai genitori con le parole:
Cari genitori,
Insieme, in un angolino tranquillo, bello e confortevole, spegnete il telefono e dedicate un momento speciale al vostro bambino. Scegliete la lettera che più vi attira e così, una alla volta, scoprirete un nuovo alfabeto, fatto di tenerezza e di rispettosa accoglienza, un alfabeto che ha il potere di cambiare il mondo. 
Un invito a vivere un momento di quiete, un invito a fare una riflessione, un invito per condividere un momento di scambio d'amore e di tenerezza con il proprio bambino. Prendere in mano "L'alfabeto del bambino naturale" è un ottima "scusa" per prendersi un momento di pausa, fermarsi, sedersi col bambino sulle ginocchia e leggere insieme... "L'alfabeto del bambino naturale" non è un vero e proprio libro ma è composto da una serie di schede nascoste dentro un cofanetto: sono 21, tante quante sono le lettere dell'alfabeto italiano.

Appena arrivato il nostro cofanetto, atteso con tanta impazienza ed eccitazione, lo abbiamo aperto per iniziare subito ad assaporare la sua bellezza. Sedute per terra, con i fogli sparsi intorno, lasciavo Anastasia libera di scegliere le lettere, una dopo l'altra. Io leggevo ad alta voce, gustandomene le  frasi e ogni singola parola che le componeva. Non volevo fermarmi, ero commossa ed emozionata scoprendo la meraviglia de "L'alfabeto del bambino naturale", l'alfabeto dell'amore.

Ogni singola scheda appartiene ad una lettera e quella lettera viene rappresentata da una parola con la quale inizia una poesia. Una poesia... Tante poesie: meravigliose, dolci, tenere, che a volte hanno il suono di una melodia e a volte di una preghiera. Rappresentano e raccontano i desideri e i bisogni naturali dei bambini, che noi adulti purtroppo non sempre siamo in grado di cogliere: "Amami", "Benedici", "Canta", "Desiderami", "Esprimi", "Quietati"... La pura bellezza della vita, della maternità, dell'essere genitore, dell'amore verso un figlio che la vita ci ha portato in dono; tutto questo è nascosto dentro poche righe che ogni scheda contiene. Sono quelle semplici verità che ci accarezzano l'anima e ci portano lì dove dovremmo arrivare più spesso: dritti al cuore.

Leggendo desideravo che l'alfabeto fosse composto da altre cento lettere, che il piccolo cofanetto fosse come un cappello magico dal quale poter tirare fuori all'infinito altre poesie, altrettanto meravigliose. "L'alfabeto del bambino naturale" nutre l'anima, aiuta a comprendere meglio l'importanza delle cose semplici che sono alla portata di tutti. Rallentare, trovare e dedicare tempo a riflettere e capire che sorridere e far ridere, gustarsi attraverso il tatto e l'odorare, parlare per comunicare, guardare per vedere, esprimere per capire, rispettare e saper aspettare, tutto questo è dentro di noi. Bisogna trovarlo e farlo uscire fuori.

Le mie lettere preferite?
La "Z" di "zittisci",
la "P" di "parlami",
la "G" di "guardami",
la "E" di "esprimi",
la "R" di "rispetta",
la "N" di "nutrimi"... e poteri continuare ancora!:-)))

E' ufficiale: mi sono innamorata di "L'alfabeto del bambino naturale" e non lo lascerò più. I testi dell'autrice Elena Balsamo sono accompagnati dalle incantevoli illustrazioni di Tommaso d'Incalci. Una scelta azzeccata che rende il tutto ancora più dolce, materno, paterno e poetico.

Penso che questo libro potrebbe essere un dono speciale, una sorta di guida per un genitore, per un neo genitore, una futura mamma o un futuro papà; me lo ricorderò senz'altro quando cercherò un regalo. Per tutti quelli che accompagnano i bambini nella loro crescita, "L'alfabeto del bambino naturale" può essere non solo un modo per passare del tempo insieme leggendo, ma anche un vademecum negli attimi di smarrimento che capitano a tutti durante il cammino della crescita che facciamo insieme ai piccoli. Perché crescere insieme, condividere ed imparare in modo reciproco è la cosa più bella del mondo. Io spero davvero che questo alfabeto abbia il potere di cambiare il mondo di chi lo legge:-)))

Buona lettura!








Le foto contengono le immagini tratte da "L'alfabeto del bambino naturale" di Elena Balsamo con illustrazioni di Tommaso d'Incalci (Ed. Il Leone Verde, 2014)

4 commenti:

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!