sabato 20 settembre 2014

Migliori poeti polacchi: Julian Tuwim e "Tutti per tutti. Poesie per bambini"


Eccoci con l'autunno che si avvicina... Lo sentite arrivare? Eh già, martedì gli apriremo le porte, io spero però che condivida ancora per un po' il suo trono con l'estate, e non la manderà via subito...! Qui a casa nostra purtroppo in un certo senso l'autunno è già arrivato. Già: l'autunno con i suoi primi malanni.
L'oggetto più usato della settimana? Il termometro! Abbiamo passato gli ultimi tre giorni con Adele che a momenti ha sfiorato i 40° di febbre e oggi si può finalmente considerare guarita, ed ecco  che stamattina Anastasia che ci da il "buongiorno" con gli occhi lucidi, le guance color rosso fuoco e la fronte che scotta come un termosifone in pieno inverno. Tutti elementi che poi ci confermano di esser stata contagiata dalla sorellina. Signore, aiutaci tu.

Nonostante ciò io adoro l'autunno, con il sole che sfiora la pelle ma non la brucia; con i colori caldi della natura che si sfumano dal giallo, all'arancione, al marrone al rosso e attraverso gli occhi ci rilassano e scaldano dentro; con il lieve rumore delle foglie sotto i piedi durante una passeggiata; con un gustoso risotto con la zucca e con una calda vellutata di cavolfiore... E con le sue serate tranquille, che però oggi sono un ricordo lontano di una mamma con due figlie, che le riempiono le serate fino all'ultimo minuto prima di chiudere gli occhi.

Con l'autunno le giornate diventano più corte, si sta un pochino di più dentro casa e si ha più tempo per leggere. Per questo oggi vi do un consiglio di lettura per i bambini che proprio non vi potete far sfuggire! Sarà per me un viaggio sentimentale nel passato, anche se questi testi fanno parte del mio presente e sicuramente li troverò nel mio futuro. Nonostante il fatto che questo post parlerà di un mio connazionale, io non sarò di parte; se mi seguite sapete già che cerco di dare sempre dei consigli piuttosto obiettivi, basati soprattutto sull'esperienza e il gusto personale. Ma questo non cambia il fatto che io sia molto fiera di presentare - a chi non lo conosce - uno dei più grandi poeti polacchi: Julian Tuwim e parlare di un albo con le sue poesie, belle e divertenti.

Qualche giorno fa, esattamente il 13 settembre, c'è stato il 120 anniversario della sua nascita. Lui, Julian Tuwim, fa parte dei poeti più conosciuti tra tutte le generazioni di piccoli (e anche grandi) lettori polacchi. Le sue poesie le conosco io, le conosce mia mamma e probabilmente le leggeva anche mia nonna. Le conoscono i miei nipoti e... tutti i bambini polacchi! E ora, se leggete questo post, lo conoscerete anche voi... Ne vale la pena, credetemi!:-)))

Anche se Julian Tuwim era un autore di poesie non solo per i bambini ma anche per gli adulti, io vorrei concentrarmi sulle sue creazioni per i più piccoli. Di solito proprio così viene ricordato questo poeta straordinario, appena si pronuncia il suo nome. 
Julian Tuwim era un poeta speciale che amava la sua lingua; la sua capacità di divertirsi con il linguaggio - credetemi - non ha uguali. Sapeva giocare con le parole, con le onomatopee, con i suoni, si inventava i neologismi. In una delle sue poesie più conosciute, "La locomotiva" ha usato delle sillabe e delle parole simulando i suoni di una locomotiva che corre, in modo che chi legge possa controllare la lettura - aumentando o diminuendo il ritmo, il tono e la velocità - in modo del tutto spontaneo, senza che ci sia nessuno che gli dica di come leggere. Questo tipo di poesia (e ne ha scritto anche altre) è un gran bel esercizio per chi vuole imparare a leggere correttamente e fluentemente ad alta voce.


Nella libreria delle mie figlie non mancano le poesie di questo grande poeta in lingua originale e ne abbiamo diversi. Non molto tempo fa invece ho trovato la raccolta di poesie di Julian Tuwim in lingua italiana, intitolata "Tutti per tutti. Poesie per bambini" (Ed. Orecchio Acerbo, settembre 2010)... Ero davvero molto curiosa di leggerle in una lingua diversa, vedere come suonano e quanto siano fedeli le traduzioni. L'ho preso e la lettura non mi ha deluso; le traduzioni di Marco Vanchetti sono precise e conformi alle poesie in lingua polacca. Sono rimasta davvero colpita constatando la bravura nel trovare non solo le parole giuste, ma anche nel metterle insieme creando le rime senza storpiare l'originale. Davvero tanto di cappello.

Le pagine del libro sono 136, le poesie 28 - tutte in rima - e vi assicuro che sono molto divertenti. "Tutti per tutti" si può considerare un albo di quelli definiti "di nicchia". Ha quel qualcosa che ti rimane, che ti fa affezionare a lui fino al punto che rimarrà per sempre nella tua libreria, per poterlo far leggere a chi arriva dopo di te e ancora dopo... Il libro è stato illustrato da sette ragazze polacche, grafiche-illustratrici molto dotate. Ognuna di loro ha un suo stile e realizza le illustrazioni con tecniche diverse, per cui sembra che il libro sia diviso in sezioni. C'è una netta differenza sia nel disegno che nell'impaginazione dei testi, che lo rende avvincente e mai scontato. Se siete sostenitori delle illustrazioni tradizionali e difficilmente accettate cose "insolite", questo libro non fa per voi;-))).

Se ancora avete qualche dubbio se prendere o meno in mano questo libro, aggiungo solo che nel 2008 si è aggiudicato il premio Bologna Ragazzi Award - Sezione Poetry - uno dei più prestigiosi premi nel settore letterario.

State correndo in libreria?
;-)))


Per farvi invogliare a conoscere altre poesie di Julian Tuwim, vi riporto quella preferita di Anastasia, che chiede di fargliela leggere anche più volte di fila, tant'è che qualcosa ha imparato a memoria (in polacco):

In aeroplano

Aveva la nonna una gallina
Una gallina ramata birichina
Un'allegra gallinella,
Però un poco pazzerella.
In un bel dì di aprile
Le scappò la chioccia dal cortile.
La nonna le andò dietro un po' alla meglio,
"Torna" - grida - "No, non voglio!"

Là, proprio dietro l'orto,
C'era un aeroporto,
E la cocca a tutto spiano
Corre verso l'aeroplano,
E siccome è salterina
Zompa a bordo la gallina.

E allora nonna - oplà! -
Anche lei si ficca là.
E incominciano a menarsi,
A graffiarsi e a beccarsi,
A tirare leve e assali,
Delle eliche e dell'ali.
E in mezzo a quel casotto
Il motor si mise in moto.

Giran le eliche d'un tratto
E l'aereo vola in alto.
Tra coccodè e grida d'aiuto
"Cocca mia, cos'è accaduto?"

Bela la chioccia, strilla la nonna,
L'aereo zompa, pare di gomma!

Tra coccodè e grandi pianti,
Quello vola, spicca salti,
Va più in sù, più in alto ancora,
Anche se la nonna implora.
E la cocca becca e graffia,
Viti, leve, stanghe e staffe.

L'aeroplano va più ratto,
Più audace, e ancor più in alto.
Ora guardano in basso
E ci restano di sasso:

Le montagne son mucchetti,
Grandi alberi, appena cespuglietti,
I fiumi, nastri d'argento,
Il prato, un verde fazzoletto,
Le case, piccoli cubetti,
I campi, disegni a quadretti,
I laghi sono buchi,
I treni sono bruchi,
Le macchine, zollette,
I cavalli, cavallette,
E le galline... scomparse, addirittura!
Si affaccian di lassù e
Cosa vedono? Le nuvole?
Esatto!

Le nubi oramai sono laggiù
La terra proprio non si vede più.

"Ah, nonna - la cocca fa sconvolta -
Il mondo è tutto capovolto!"
Poi d'un tratto in mezzo al cielo
La luna appare loro senza velo,
Cento volte più grande, o di più,
Di quando la vedevano da giù:
Ammicca con un occhio chiuso
Con l'altro guarda minacciosa,
Apre la bocca come un gran portone
Per fare dell'aereo un sol boccone,
Ma la nonna salta lesta
E d'un tratto... si ridesta.

Guarda: tutto è al posto giusto,
Non è successo nessun guaio,
La gallina è nel suo pollaio
E della nonna ride con gran gusto.

"Tutti per tutti. Poesie per bambini", Julian Tuwim (Ed. Orecchio Acerbo, settembre 2010) traduzione di Marco Vanchetti













2 commenti:

  1. Sembra bellissimo, anche perché io adoro le filastrocche e le poesie!
    Ora ho appena fatto un ordine di libri ma...lo metto subito nella lista dei desideri per la prossima volta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio... Se lo prendi fammi sapere se ti è piaciuto!:-)))

      Elimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!