mercoledì 17 dicembre 2014

Pierniki: biscotti speziati polacchi - I più buoni del mondo (la ricetta di mamma Jola)


Tre sono i profumi della cucina che mi fanno venire in mente il Natale: la freschezza delle arance appena sbucciate, l'odore deciso dei funghi porcini dai quali mia madre prepara ogni anno la zuppa per la vigilia e - forse più di tutti - l'inebriante aroma della miscela di spezie usate per preparare i pierniki, i biscotti tradizionali delle feste natalizie in Polonia. Penso che non esiste una casa polacca che in questo periodo non si riempie di questo profumo intenso, e non esiste una mamma o una figlia che non si mette all'opera per fare l'impasto o decorare i pierniki sfornati.

Ogni famiglia ha la sua ricetta ma alla fine i pierniki di una casa o dell'altra si assomigliano molto. Io condivido con voi la ricetta di mia mamma, che mi accompagna da sempre. Fidatevi - la ricetta è super collaudata quindi potete essere sicuri che questi pierniki verranno buonissimi e saranno in grado di conquistare tutti i palati. La ricetta negli anni ha fatto il giro di zie, amiche e vicine di casa, ed ora eccola che è arrivata anche in Italia;-)))

Quando abitavo ancora con i miei e la mia partecipazione nel preparare i pierniki si limitava alla loro decorazione, tutto il resto mi sembrava difficile e molto laborioso: la mamma preparava l'impasto che era un'enorme montagna marrone... Lei lo lavorava con le mani, e siccome è una persona minuta, mi sembrava che quell'impasto fosse più grande di lei...;-))) Una volta preparato, l'impasto andava a riposare in frigo per qualche giorno; il riposo serve per far impregnare bene tutto di spezie che hanno un ruolo fondamentale; senza di loro i pierniki non sarebbero la stessa cosa. Successivamente si passava a tirare la sfoglia, ritagliare le forme e a cuocere.
Ora so che tutto questo immenso lavoro me lo ero creato io nella mia testa. In realtà a preparare l'impasto - specie oggi quando questo compito al posto nostro lo può fare una planetaria - non ci vuole più di qualsiasi altro tipo di impasto.

Condivido con voi la ricetta originale: la quantità che ne otterrete sarà quasi industriale, ma a casa mia non è stato mai un problema. Anzi, diverse volte mamma ha dovuto rifarli in fretta perché li avevamo divorati ancora prima delle feste! Io quest'anno ho preparato i pierniki con la metà degli ingredienti rispetto a quelli riportati sotto e ce n'erano venuti tanti (se non ricordo male 5 teglie). Per motivi di poco tempo a disposizione ho lasciato l'impasto nel frigo solo per due giorni - i pierniki sono venuti buonissimi comunque! Quel giorno per Anastasia è stata proprio una festa; ne ha mangiato così tanti che poi non ha nemmeno pranzato... Per una volta l'ho lasciata fare; il bello delle preparazioni natalizie è anche questo, un po' di leggerezza e spensieratezza che le accompagna rende l'attesa ancora più bella:-)))

Ieri, con l'aiuto di un'amichetta, Anastasia ha decorato i pierniki: un po' di glassa al cioccolato, un po' di quella bianca fatta con lo zucchero a velo e qualche goccia di limone, in più tantissime palline colorate e altre decorazioni - ed ecco i nostri biscotti speziali sono diventati delle piccole meraviglie! Fateli anche voi! :-)))

PIERNIKI DI MAMMA JOLA

Ingredienti:
  • 1,5 kg di farina
  • 50g di cacao
  • 3 cucchiaini di lievito in polvere
  • 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • 3-4 cucchiaini di miscela di spezie*
  • 3 uova
  • 250 ml di caffè solubile (sciogliere nell'acqua bollente circa 3-4 cucchiaini)
  • 500g di miele
  • 375g di burro
  • 500g di zucchero
Procedimento:
*Preparare prima la miscela di spezie:
Ingredienti:
  • 15g di stecche di cannella
  • 7g di zenzero in polvere
  • 5g di chiodi di garofano
  • 2g di semi di coriandolo
  • 3-4 grani di pepe nero
  • 3g di noce moscata

Mettere tutti gli ingredienti dentro un mortaio e pestare finché non diventano polvere (eventualmente utilizzare un tritatutto). Fatto!
Passare alla preparazione di pierniki.

In una pentola sciogliere insieme la soluzione di caffè, burro, miele e zucchero. Mescolare a fuoco basso finché tutti gli ingredienti non si amalgamino tra loro. Togliere la pentola dal fuoco e lasciare a raffreddare.

Preparare gli ingredienti secchi: setacciare (per evitare grumi) in una ciotola se si lavora con le mani (o in quella della planetaria) farina, lievito in polvere, bicarbonato di sodio, miscela di spezie e cacao, poi mescolare.

Aggiungere uova e successivamente - in modo graduale senza fermare la macchina - il composto di caffè, miele, zucchero e burro. Se si lavora l'impasto con le mani, fare un buco in mezzo alla farina e integrare gradualmente gli ingredienti liquidi. Lavorare l'impasto fino al momento che tutti gli ingredienti non diventino un composto omogeneo.

Trasferire tutto l'impasto dentro una ciotola e coprire con pellicola trasparente. Riporre nel frigo per qualche giorno. Non c'è da preoccuparsi se l'impasto sembra poco denso e colloso; una volta raffreddato diventerà sodo, elastico e si farà tagliare con estrema facilità.

Quando si decide di cuocere i biscotti, tirare fuori dal frigo la ciotola con impasto e stendere una sfoglia con un matterello sopra un piano cosparso di farina. Per evitare che l'impasto si riscaldi, prendere dalla ciotola solo la quantità che serve al momento - il resto rimetterlo momentaneamente in frigo. La sfoglia tirata deve essere alta circa 4-5 mm.

Ritagliare i biscotti con le forme preferite, trasferirli su una teglia ricoperta da carta forno e cuocere a 180° per circa 10 minuti (consiglio però di controllare il grado della cottura per regolarsi - ogni forno è a sé).

Una volta raffreddati decorare i pierniki a piacere. Smacznego, buon appetito!:-)))













11 commenti:

  1. che foto belle! sanno di famiglia! E lo sai già... li proverò! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara:-)))
      Sono molto curiosa di sapere come verranno i tuoi pierniki e se piaceranno... Se puoi fammi sapere!
      Io oggi li ho fatti per la seconda volta, erano finiti molto in fretta:-)))

      Elimina
  2. Ma quanto è 2g di semi di coriandolo?

    RispondiElimina
  3. 250gr di caffe' solubile mi sembra un po' tanto, per favore me lo confermi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      NON sono 250g ma "250ml di caffè solubile (sciogliere nell'acqua bollente circa 3-4 cucchiaini)"...
      Ok?:-))
      Fammi sapere come sono venuti:-)

      Elimina
  4. 500 g miodu i 500g cukru wydaje mi się bardzo dużo. To dobre proporcje ? Dziękuję.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Witam,
      tak, sa to poprawne proporcje (na ta ilosc maki...)
      Ja zazwyczaj odejmuje cukier z kazdego przepisu na ciasto, ale ten rodzinny tradycyjny przepis na pierniki to dla mnie wrecz swietosc - nic nie zmieniam i nic nie tykam, bo zalezy mi na smaku, ktory znam z dziecinstwa.
      Prosze sprobowac zrobic tak, jak jest w przepisie i na pewno bedzie ok.
      Pozdrawiam!

      Elimina
    2. Dziękuję ślicznie będziemy dziś próbować:-) Pozdrawiam !

      Elimina
    3. O, super!
      Jeszcze jedno: ja uzywam przyprawy do piernikow, wiec jesli masz, to na ta ilosc maki potrzebne sa 3 opakowania (zreszta na kazdej torebce przyprawy powinno to byc napisane).
      Prosze dac znac jak wyszly:-))

      Elimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!