domenica 8 febbraio 2015

La piccola pasticcera e le sue tartine piene di... di tutto e di più!


Oggi dovevamo essere da un'altra parte. A giocare con la neve. A spingere e trainare le bambine con lo slittino che hanno trovato sotto l'albero a Natale. A respirare l'aria fresca e scaldare le guance con il sole - contemporaneamente - come solo in montagna si può fare.
Invece stiamo qui, a casa. Da lunedì scorso sto facendo una battaglia contro l'influenza; quella brutta con mal di gola, febbre alta e tosse che sembra non voler passare più. Gli altri componenti della famiglia sembrano difendersi bene e anche se c'è chi ha qualche linea di febbre, naso che cola e qualche colpo di tosse, l'unica vera vittima dell'influenza finora è la sottoscritta.

È da una settimana che non mi metto davanti allo schermo del computer per scrivere un post... Non ne ho avuto abbastanza le forze. Ma oggi insieme ad Anastasia abbiamo fatto un'attività troppo carina per non approfittare di descriverla in due righe e riallacciarmi in questo modo di nuovo al mio piccolo spazio virtuale.
Stiamo a casa da tanto ormai e Anastasia chiede spesso di fare qualcosa con lei per passare del tempo.  Oggi mi ha chiesto di fare insieme "pierniki": aveva voglia di impastare e preparare dei biscotti (e poi ovviamente mangiarli!). Ma li avevo già fatto ieri; quindi... niente da fare, troppi dolci!
Ho pensato come aggirare il "dilemma" per poter farla divertire con il cibo... Senza mangiare;-)))

Mi è tornata in mente l'attività che avevamo fatto circa un anno fa con la pasta di sale e le tante decorazioni: bottoni, perline, cannucce. Ne sono venuti fuori dei bei dolcetti coloratissimi! L'idea non era male, ma questa volta ho deciso di sostituire la pasta di sale con la pasta di bicarbonato di sodio e amido di mais - l'abbiamo sperimentata più volte prima di Natale e ci siamo trovate molto meglio - oltre a essere bianchissima come la neve, la si lavora molto, molto bene. È morbida, soffice e liscia -  semplicemente perfetta! Gli ingredienti che servono per prepararla sono: 
  • 1 tazza di bicarbonato di sodio
  • 1/2 tazza di amido di mais (maizena)
  • 3/4 di tazza di acqua
Il procedimento è molto semplice: basta mettere l'acqua in un pentolino, aggiungere l'amido di mais e il bicarbonato. Accendere il fuoco basso sotto la pentola, mescolare di tanto in tanto finché il composto non acquisisce la consistenza desiderata (ci vogliono circa 10 minuti). Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare, coprendo la pentola con un canovaccio. 

Al posto dei bottoni e delle perline abbiamo messo degli ingredienti (alimenti) che ho trovato in dispensa; così che ad Anastasia poi è sembrato proprio di cucinare qualcosa da mangiare;-))).

Abbiamo fatto delle piccole tartine stendendo la pasta all'interno dei pirottini di carta, ognuna decorata ad hoc con gli ingredienti a disposizione. Poi le abbiamo cotte per far indurire la pasta, io per questo uso un essiccatore. Se si usa il forno, bisogna impostarlo a circa 70° e cuocere la pasta di bicarbonato per circa due ore.

Che dire, ci siamo divertite molto e le tartine sono venute così belle che avrei proprio voglia di addentarne una!:-)))








6 commenti:

  1. Oh mamma sembran vere, me le sarei mangiate per sbaglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono trattenuta con difficoltà a non mangiarli ;-)))

      Elimina
  2. sono venute bellissime! da farci una ghirlanda! noi ogni tanto ci facciamo il gelato con la stessa pasta e ingredienti vari!

    RispondiElimina
  3. Hai capito! A fare la pasticceria con la pasta non ci ho mai pensato! E voi poi, siete state bravissime :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:-)))
      Prova, è molto divertente!

      Elimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!