giovedì 19 marzo 2015

"5 cose che..." Mi mancano da quando sono mamma


Oggi è la festa del Papà (tanti auguri!), ma io per essere controcorrente parlerò di me e del mio essere mamma;-))) Esserlo diventata è stato senza dubbio l'evento più importante e il più bello di tutta la mia esistenza. Credo che in tante, se non tutte, sarete d'accordo con me. La vita di una neomamma cambia molto, sia in positivo che in negativo. Con la nascita del primo figlio si prende il pacchetto "all inclusive", ma spesso solo dopo un po' di tempo si acquisisce la consapevolezza dei cambiamenti che questo grande evento inevitabilmente ha portato con sé.

Di aspetti positivi ce ne sono un'infinità e se li metto a confronto con gli aspetti negativi, i primi  - essendo numerosissimi - stravincono alla grande. Questo significa che non vorrei cambiare la mia condizione né tornare indietro... Ma ci sono delle cose della mia "vita precedente" che mi mancano e per questo vorrei dedicare del tempo per parlarne. Di sicuro avete pensato anche voi a cosa vi manca da quando siete diventate mamme... Portare i tacchi alti? Andare al cinema? Dormire?...

Sono passati tre anni da quando è nata Anastasia e nel frattempo ho capito quali sono le cose che la sua nascita ha portato via con sé (per fortuna in gran parte recuperabili col tempo):
  • La lentezza dello scorrere del tempo e godersi con calma ciò che avviene. Con un figlio il tempo corre veloce, con due figli il tempo vola, con tre o più... Non so, e non oso immaginare;-))). Mi accorgo che i giorni, le settimane, i mesi, le stagioni passano e alcuni momenti li vivo in modo superficiale, mi toccano appena o passano vicino sfiorandomi come un vento leggero. Il tempo non basta mai e anche se ho fame di avere minuti in più a disposizione, non posso farci nulla. Quello è, la giornata ha 24 ore e neanche un minuto in più. 
  • Avere l'opportunità di annoiarmi. Forse è una di quelle cose che mi mancano di più... A dire il vero la parola "noia" non mi appartiene, ma almeno di tanto in tanto, prima di essere diventata mamma, mi sono permessa di girare per casa in pigiama tutta la domenica, semplicemente godendomi il dolce far niente. Tranquillità, silenzio, ozio, relax... Oggi parole sconosciute!:-)))
  • La spensieratezza che accomuna le persone giovani (senza figli). Ero così: a volte audace, a volte spericolata. Nulla mi sembrava impossibile. Non avevo paura di fare, di cambiare, di intraprendere strade nuove, tutto sembrava possibile e raggiungibile. Vivevo la giornata senza pensare troppo a quello che mi avrebbe porteto il domani. Indossavo tutti i giorni un paio di occhiali rosa per vedere la realtà nelle tonalità giuste. Beh, direi che con la nascita della mia prima figlia le cose sono cambiate radicalmente e in modo irreversibile. Ho conosciuto l'ansia, l'apprensione, la preoccupazione... Per me, per loro, per il mio compagno: "Come andrà?", "Andrà?", "Cosa succederà?"... La spensieratezza dei tempi passati un po' mi manca, ma forse non è solo questione di essere diventata madre ma di aver raggiunto un certo livello di maturità.
  • Spontaneità, poter fare quello che voglio quando voglio. Spontaneità? Cosa significa? Non me lo ricordo più!;-))) Nella "vita precedente", cioè quella senza i figli - a parte le routine lavorativa - tutto il resto era guidato da una grande improvvisazione: una cena al ristorante o cinema all'ultimo momento, un weekend fuori senza aver prenotato nulla o un viaggio deciso un giorno prima di partire... Con i bambini piccoli essere spontanei è praticamente impossibile. Già è difficile fare le cose programmandole, perché si sa - con i piccoli gli imprevisti sono sempre in agguato! - figuriamoci azzardare di fare delle improvvisate...! Per fortuna, man mano che i bambini crescono, tutto rientra nella norma e ritorna anche la spontaneità che sembrava essere perduta per sempre:-)))
  • Poter decidere quando, come e quanto dormire. Credo che sia un problema che accomuna molte di noi - con i bambini piccoli si dorme poco, il sonno spesso è interrotto, e per chi come me pratica il co-sleeping in quattro in un lettone (premessa: è bellissimo dormire insieme, altrimenti non l'avrei fatto), si dorme parecchio... scomodo. Ma anche in questo caso la luce nel tunnel c'è e si vede, perché un giorno anche i più ostinati se ne vorranno andare a dormire nella loro cameretta e il lettone tornerà di nuovo ad avere le misure giuste!;-)))
E voi? Raccontatemi: cosa vi manca della vostra vita, quella prima di avere figli? Condividete!:-)))

12 commenti:

  1. Anche per me la spensieratezza se n'è andata subito...sono sempre stata tranquillissima e per niente ansiosa.Anche in gravidanza il ginecologo mi faceva i complimenti perché ero tranquillissima ma adesso mi preoccupo per qualsiasi cosa che riguarda il mio bambino!
    Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia:-)))
      Penso che questo sia un fatto che ci accomuna un po' tutte e purtroppo, tra tutti da me elencati, è quello che rimarrà per sempre, mentre gli altri - se lo vorremmo - col tempo ritorneranno come prima.
      Anch'io, come te, non mi sarei definita mai una persona ansiosa o apprensiva - prima di avere figli. Adesso è cambiato proprio tutto in modo radicale, le paure ne ho tante...

      Elimina
  2. Cosa mi manca? Andare ad un concerto o ad uno spettacolo a teatro, progettare una cosa e farla puntualmente senza rinviarla, ogni tanto qualche minuto di sano silenzio, un bel film sul divano (al posto dei cartoni) e mangiare schifezze... (ora bisogna dare il buon esempio!), dormire fino alle 9,00 di mattina senza un cucciolo francobollato addosso... ma confido che, prima o poi, queste cose ritornino.... speriamo.... un abbraccio Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, prima o poi tornerà tutto (quasi) come prima. Crescono in fretta i nostri cuccioli poi...

      Elimina
  3. Oh mamma, come hai ragione! mancano tutte anche a me Q.Q____

    RispondiElimina
  4. Mi mancano i viaggi improvvisati, il tempo di poter leggere quanto e quando mi pare, qualche aperitivo lungo, lo stare a tavola chiacchierando con il mio amor senza interruzioni, il mio seno piccolo e sodo...
    Un caro abbraccio <3

    RispondiElimina
  5. Sono assolutamente d'accordo con te! A me manca soprattutto la solitudine. ...lo stare da sola con me stessa per un po. Contrariamente a quanto si possa immaginare non sono un animale troppo sociale, amo stare sola a disegnare, fare pasticci oppure fare niente...con Gabri è impossibile, lui è la mia ombra...sempre e comunque, anche quando andiamo al parco giochi è sempre attaccato a me e in certi momenti mi manca l'aria....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me la solitudine non manca, ma dei momenti di tranquillità sì...

      Elimina
  6. Ho avuto il mio primo figlio molto giovane e non ti so proprio dire cosa mi manca perchè non ricordo cos'avevo prima. Lo so è strano...

    RispondiElimina
  7. L'ozio, l'improvvisazione, il tempo pr leggere e praticare sport, senza avere la sensazione di stare trascurando mio figlio. Il lusso, quando si è malati, di stare semplicemente a letto o a riposo, senza pensare a nulla e guardando la tv.
    E poi la mancanza di paura: da quando c'è il nano, ho sempre paura che possa accadergli qualche cosa di brutto e sono diventata improvvisamente consapevole che la mia vita è la mia felicità dipendono dalla sua.
    A volte è' angosciante, di solito è solo un pensiero nell'angolo della mia mente, che non modifica la realtà e le scelte quotidiane ma fa perdere leggerezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, il lusso di poter stare male "come si deve" manca anche a me!

      Elimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!