mercoledì 29 aprile 2015

"5 cose che..." Ho perso da quando ho trovato LUI



Tra pochi giorni festeggeremo la nostra vita di coppia con una cifra che include tutte le dita di una mano: cinque anni di fusione e trasformazione, di giornate sì e giornate no, di risate e complicità rara, di lunghe chiacchierate per cercare di scoprire l'altro e soprattutto di tanto amore che racchiude in sé un mondo intero di verbi e aggettivi impossibili da elencare.

Il mio uomo è riuscito a conquistarmi come mai nessuno; infatti ora abbiamo due figlie nate nel giro di soli due anni. Prima che nascesse Anastasia abbiamo vissuto le nostre vite in completa unione, trascorrendo le nostre giornate in modo accelerato, come nel desiderio di recuperare il tempo di prima. Quel tempo che abbiamo vissuto lontani uno dall'altro, ignorando l'esistenza dell'"altra metà", perché qualche volta a trent'anni passati pian piano cominci a non crederci più. Le nostre giornate insieme trascorrevano intensamente, eravamo sempre carichi di energia e la voglia di sperimentare per  conoscerci reciprocamente non mancava mai. Eravamo sempre in viaggio alla scoperta del mondo, non volevamo mai andare a dormire; era tempo perso e non avevamo bisogno di parole per saperlo entrambi. Inconsciamente facevamo di tutto per non chiudere gli occhi, per non perdersi mai di vista. 

Sì, è questo l'amore. La mia vita è diventata una giostra: sempre a girare, sempre in moto, sempre a roteare. Sempre in corsa per vivere profondamente, sempre in accelerazione per non perdere un minuto prezioso, sempre in movimento per riuscire ad acchiappare il possibile per avere bei ricordi quando rimarranno solo quelli.
Ma a me la giostra fa girare la testa. E non solo: questa volta l'ho proprio persa... La distrazione è il mio personale, piccolo effetto collaterale dell'amore che sto vivendo. 

È come una catena: ho trovato l'amore e ho perso la testa; perdere la testa mi ha portato a essere distratta e perdere per sempre alcuni oggetti di uso comune - cosa mai successo prima! Proprio per questo in occasione del nostro anniversario li ho contati: cinque oggetti in cinque anni. Non male, vero?
Un bel numero ma di certo non ne vado fiera, ma ecco un elenco semiserio di 5 cose che... Ho perso da quando ho trovato LUI:

  • Già all'inizio della nostra frequentazione, durante un viaggio a Londra con le mie amiche ho perso una borsa. Tra l'altro era un regalo per LUI. Comprata e quasi immediatamente lasciata in qualche camerino in uno dei centomila negozi che abbiamo visitato per fare shopping. E ora trovala un po'. Disperazione e corsa per ricomprarne una uguale. Ed ecco che LUI si ritrova con la borsa più preziosa del suo genere, ma ciò che mi consola è che dopo cinque anni ancora la porta;-)))
  • Per battere il mio record personale, durante lo stesso viaggio ho perso anche un orologio. Prezioso. Ecco che sono tornata a casa ancora più disperata, ma per fortuna ad aspettarmi all'aeroporto c'era LUI. La disperazione è passata in fretta.
  • Numero tre: un paio di occhiali da sole - se fosse stato uno di quelli che compri in spiaggia, probabilmente oggi non me lo sarei nemmeno più ricordata. Li ho lasciati in una pizzeria come mancia. Mi aspettava un bel film al cinema, quindi correre correre! Di occhiali da sole ne ho perso anche un altro paio l'anno scorso durante una corsa con un trenino in un parco di divertimento, e ora sono senza.
  • La perdita più grande che non mi sono ancora perdonata è l'oggetto regalatomi proprio da LUI: un anello. Abbandonato in un bagno dell'Ikea, dimenticato sopra un lavandino per lavarmi le mani - dopo solo un paio di mesi che l'ho ricevuto come regalo di Natale. Mi sono sentita molto in colpa per essere stata così distratta, delusa di aver deluso, triste per aver perso una cosa emotivamente preziosa. Senza dover dare tante spiegazioni, LUI mi ha compresa e io gliene sono grata.
  • L'ultima cosa persa? Un capo di abbigliamento. Mica un guanto, una sciarpa, un fazzoletto o un'altra cosa di piccole dimensioni, bensì... Un parka! Sì, avete capito bene, mi sono persa un giubbotto e lo sapete dove? Per strada! Rientrando a casa dopo una permanenza in ospedale, impaziente di ritornare dalla mia famiglia e alla vita di tutti i giorni. Nella fretta di lasciarmi alle spalle un'esperienza poco piacevole, ho corso così velocemente che ho lasciato anche il mio bellissimo parka blu notte.
Ecco, durante questi ultimi cinque anni la distrazione è cresciuta tenendo il passo con il livello degli ormoni dell'amore che ho in circolo:-))) Ho perso la testa e ho perso tante cose materiali, ma la verità è che nel tempo ne ho acquisite molte di più: esperienze, affetti, ricordi e nuovi amori - e tutto questo ha un valore inestimabile e non c'è distrazione che tenga per riuscire a farmeli perdere mai.

Sono curiosa di sapere se anche voi l'amore ha portato con sé qualche effetto collaterale?;-))

Foto: Gratisography

10 commenti:

  1. Bellissimo post!!! E auguri per questo anniversario! ^_^

    RispondiElimina
  2. Io, in viaggio di nozze, ho perso immediatamente la tessera per entrare ad EuroDisney (valida 3 gg) perchè, nella fretta di entrare mano nella mano con il mio maritino come fossimo due bambini, mi è uscita dalla tasca dove l'avevo ritirata... nulla di irriparabile... ma che figura al bureaux! Neanche i bambini la smarriscono il primo il giorno!!!!!! ... quando i nostri occhi prendono la forma di cuore, non c'è verso... si perde tutto ma ci riempe di ammmore!!!! Un abbraccio e buon anniversario!!! Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaahh hai ragione!
      io per non smentirmi il weekend scorso ho lasciato la mia borsa con tutta la roba: portafoglio, documenti, chiavi di casa ecc. su una sedia di fronte all'agriturismo dove abbiamo soggiornato, dopodiché sono andata tranquillamente a fare una passeggiata. Mi sono accorta solo dopo mezz'ora circa che mi mancava qualcosa... E di corsa a tornare indietro!:-D
      Per fortuna non è un posto molto frequentato e la borsa stava lì dove l'ho lasciata. Ma se fosse successo in un altro posto... Addio borsa!

      Elimina
  3. Devo dire la verità, tra me e lui, è lui a perdere le cose... io mi limito a perdere colpi e a dare i numeri... a ciascuno il suo!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, quello della distrazione non è un effetto collaterale che colpisce solo le donne... Anche gli uomini in parità di numero ne vengono colpiti:-P
      Ho un esempio "dentro" casa: mio padre.
      Poi c'è chi ci nasce, un'altro esempio "di casa": mia sorella minore.
      ahaha:-)))

      Elimina
  4. Auguri per i vs cinque anni.
    E' raro che perda qualcosa, ora come ora non mi viene in mente niente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:-)))
      Infatti sono il caso di una distrazione particolarmente distesa;-)))

      Elimina
  5. Che bel post Agnieszka, e quanto Amore! Tanti auguri con grande affetto!
    Da quando ho i bambini tendo a parlare sempre meno di LUI, del mio amore grande, con cui quest'anno festeggeremo 20 anni insieme. Una vita! Una vita in cui LUI è la parte razionale e io quella distratta. Dimentico spesso le cose, chiavi di casa o della macchina, appuntamenti, cose...E ho perso anch'io dei gioielli,due suoi regali...Certo, sono distratta, ma di LUI non mi dimentico mai! Ancora dopo tanti anni amiamo stare in nostra compagnia, le rare volte che non ci sono i figli...
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  6. Auguroni per questo vostro anniversario!!!!
    Io ho perso un pò di autonomia ed indipendenza, un pò di spazi e anche qualche amico e routine consolidata ma...ho guadagnato sicurezza, autostima, altri amici, nuove routine e tanto tanto amore!
    L'unica cosa che non ho compensato, per il momento, sono gli spazi...confido nella casa nuova!
    Anche io una volta ho perso un anello appena regalatomi da mia madre, della trisavola, dal grande valore affettivo. E guarda caso erano i primi tempi con Lui, in autobus mentre tornavo dall'università dove ero andata ad aspettarlo...a volte l'amore distrae proprio!!!
    Lui in compenso ha perso almeno tre dei cappellini che gli ho fatto all'uncinetto e che adorava...anche se un pò mi viene il dubbio che lo dicesse solo!!

    RispondiElimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!