martedì 14 luglio 2015

Jeżyk per il piccolo Jerzyk (biglietto riccio per il piccolo Jerzyk)


Sono mesi che non faccio un biglietto ma ultimamente ho avuto davvero un'occasione speciale per prepararne uno nuovo: la nascita del mio nipotino Jurek. Ancora prima di partire per la Polonia mi sono messa al lavoro - così quando è arrivato il momento di conoscerci, il suo biglietto era bello pronto.

Come soggetto del biglietto ho scelto un riccio. Vi chiedete perché proprio un riccio? Proverò a spiegarlo anche se può essere difficile, così com'è la lingua polacca...;-))
Dunque: il bambino si chiama Jerzy - da quello deriva il diminutivo Jurek e un altro diminutivo di questo nome è Jerzyk.
"Jerzyk" ha lo stesso suono che "jeżyk" (che invece significa "piccolo riccio") - entrambe le parole si leggono allo stesso modo ma hanno un significato diverso. E da questo gioco di parole è nata l'idea di scegliere proprio un riccio per il biglietto destinato al nuovo arrivato:-)))

Ho deciso di utilizzare carte nei colori di carta da zucchero e marrone e come prima cosa ho scelto cartoncini in queste tonalità.


Ho piegato un cartoncino color carta da zucchero, poi ho ritagliato una sagoma che vagamente assomigliava a quella di un riccio - ma senza gambe e senza orecchie.


Dai cartoncini colorati che ho scelto prima ho ritagliato dei piccoli triangoli (isosceli) - questi saranno gli aculei del riccio. Ho cominciato ad incollare gli aculei sul corpo del riccio, alternando fantasie e tonalità diverse. La cosa importante è partire dalla parte esterna della sagoma, incollando gli aculei uno vicino l'altro in fila e una sopra all'altro, finché non rimarrà libera solo la parte del muso.  




Ho ritagliato e incollato un pezzo di cartoncino per coprire la linea poco estetica dove finiscono gli aculei. Poi, usando una foratrice per carta, da un cartoncino marrone ho ritagliato dei piccoli cerchietti che ho incollato lungo la linea del cartoncino che avevo incollato sopra al muso.


Nella parte interna del biglietto ho incollato due zampette. Poi, sempre dentro, ho incollato un rettangolo di carta marrone (a filo con la pancia) che ho sistemato nella parte bassa, ritagliandolo seguendo la sagoma del riccio. Poi dal cartoncino marrone ho ritagliato e incollato la punta del naso.




Ho decorato il riccio disegnando alcuni particolari con un pennarello nero a punta fine (occhi e bocca), poi sopra la carta marrone ho incollato cerchietti a contrasto. Il biglietto riccio è pronto!





4 commenti:

  1. è delizioso!!! Io amo i ricci *_* e direi, azzeccatissimo visto il gioco di parole. Il nipotino è un amore...dicci, cos'hai provato ad essere zia?? Dev'essere emozionantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabina e grazie:-)))
      Sono diventata zia per la terza volta ma è il primo figlia di mia sorella minore con la quale ho un legame speciale. Incontrare il piccolo mi ha riempito di gioia, mi ha commosso, mi ha reso felice.
      Peccato essere così lontani.

      Elimina
  2. E' proprio un biglietto delizioso :)
    Grazie per il tutorial...
    Il tuo nipotino è un'amore


    RispondiElimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!