mercoledì 7 ottobre 2015

"5 cose che..." Perché allatto ancora mia figlia di 2 anni

 

"L’allattamento, infatti, è la prosecuzione della gravidanza, allorchè il bambino si è trasferito dall’interno all’esterno, si è separato dalla placenta, ha afferrato il seno e beve non più rosso, ma bianco sangue. Beve sangue ? Sì, sangue della madre, perché è questa la legge della natura (…)."

J. Korczak

Molte persone, quando vedono allattare bambini più grandi di un neonato (si) chiedono: “Perché…?” Perché allattare un bambino che mangia le cotolette, fagioli e tutto il resto? Che senso ha attaccare al seno un bambino così grande?
Non è raro che quando dico che allatto ancora Adele, sento: “Ah sì?” accompagnato da un’alzata di sopracciglia che svela lo stupore. Proprio come per dire: “Ancora? E perché?”. Quando ho cominciato ad allattare la mia seconda figlia, non ho fissato un traguardo; il latte scorreva a fiumi già dall’inizio e ho deciso di godermi l’allattamento finché lo vorremo io (soprattutto) e lei. Dieci giorni fa Adele ha finito due anni: due anni di lei, due anni di latte materno. E per ora non finisce qui.
Certo, a volte desidererei dormire nella mia posizione preferita, a pancia in giù - ma non riesco - lei vuole che io sia girata verso di lei, sempre vicina, con il latte sempre disponibile. Ci sono giorni che mi innervosisco perché mentre la allatto si muove troppo, fa acrobazie, gioca, tira, morde... Oppure mi cerca troppo spesso durante la giornata e mi sembra che stia sempre lì, attaccata al seno - e mi sento soffocare. In quei momenti penso: “Ufffff, che noia!” (per non dire peggio;-)).
Poi finisce lì, con quel pensiero leggero come una piuma, ancora senza peso e di nessuna sostanza. Perché in realtà non sono pronta per finire questa esperienza e non lo è nemmeno lei - quindi proseguiamo sulla nostra via lattea. Io non so quali siano i motivi di Adele nel voler continuare, ma posso svelarvi perché continuo a farlo io, ancora adesso ai suoi due anni compiuti:
  1. Il mio latte è fatto apposta per lei; è il migliore che posso trovare nel mercato perché ha una composizione perfetta e si adegua in modo ottimale alla crescita di mia figlia. Nessuna marca in commercio potrà cambiare la formula del proprio latte in modo così perfetto come lo fa la natura. 
  2. Il mio latte, con le sue cellule responsabili di rafforzare il suo sistema immunitario, continua a proteggerla dalle infezioni (che ora è Anastasia a portare a casa dall’asilo;-)) e aiuta a farla guarire più in fretta quando si ammala. So, che l’allattamento prolungato può aiutare a prevenire le otiti, allergie, problemi intestinali e il diabete in futuro. E non solo. 
  3. Il mio latte è una medicina per ogni suo piccolo male o dolore - ed è anche senza effetti collaterali! 
  4. Per me allattare è anche una risposta ai bisogni emotivi di mia figlia, è uno dei modi di trasmetterle e insegnarle l’affetto. A me piace allattare, godere di questi momenti di affettuosità, intimità, confidenze senza parole e intenso scambio di sguardi. 
  5. Allatto e salvaguardo me stessa e la mia salute perché l’allattamento prolungato protegge e riduce il rischio di ammalarsi al cancro delle ovaie e del seno, l’ipertensione e l’osteoporosi. Così (spero!) mie figlie avranno una mamma più sana!
Ovviamente oggi non è più la stessa cosa che abbiamo vissuto all’inizio dell’allattamento; stiamo seguendo un percorso che si evolve in modo naturale e senza fretta. Da quando Adele ha cominciato a mangiare come noi il latte gradualmente è diventato complementare ai cibi solidi. Adele fa i pasti insieme a noi e il latte è la sua coccola con quei poteri speciali elencati prima. Quando Adele si vuole addormentare di giorno o di sera mi cerca. Le offro il seno, lei si rilassa, si tranquillizza e in pochi minuti addormenta. Quando sta male (come da stanotte che ha la febbre alta!), mi cerca perché vuole stare attaccata a me... È un suo bisogno naturale e io seguo il suo istinto - so che è ciò di cui ha bisogno in questo momento per guarire. 

Oggi l’allattamento è per noi un insieme di piccoli e dolci momenti condivisi, un toccasana nei momenti “no”. Mi dispiace pensare che un giorno finirà, che lei non avrà più questo bene - “il sangue bianco” - che il mio corpo le dona. Ma so che troveremo altri modi per continuare a stare vicine. Per ora io e Adele siamo d’accordo nel continuare l’allattamento, finché ci va di farlo.
E voi? Avete fatto o state facendo l’allattamento prolungato?
:-)))

17 commenti:

  1. venti mesi di allattamento... non siamo mai stati ciuccionissimi ma qualche ciucciata la facciamo ancora la notte e la mattina e nei momenti di super crisi.. abbiamo trovato un po' il nostro equilibrio.. io ero una di quelle che pensavano di non allattare ma parlavo solo per ignoranza in merito e per pregiudizi e che l'allattamento faceva per me a differenza di quello che pensassi. è una coccola bellissima, e quando crescono è bello ancora di più perché parli con loro in una maniera speciale. La via lattea, che bel nome...

    RispondiElimina
  2. La penso esattamente come te! il mio bimbo ha 13 mesi ma per il momento ne io ne lui siamo pronti a smettere nonostante la pressione di tutti gli altri! Complimentoni per il Blog :-)
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia:-)))
      Io la pressione non ne ho mai avuta né sentita. Ma sguardi sorpresi sì:-))

      Elimina
  3. Io penso che ogni mamma debba trovare il giusto equilibrio con il suo bimbo, che cambia da donna a donna, da bimbo a bimbo, da figlio a figlio. L'importante è essere sereni, anche se gli altri alzano le sopracciglia, storcono il naso e quant'altro... fate quello che vi sentite e sarà la scelta migliore! Sempre! Io non ho allattato, ma la mia è un'altra storia... Un abbraccio Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisabetta hai assolutamente ragione! Ogni mamma deve trovare un'equilibrio per sé e il proprio bambino.
      Tu pensa che io prima che nascesse Adele ero così demoralizzata e stressata dai ricordi e l'andazzo della mia prima esperienza con allattamento (che ha durato sì e no 4 mesi) che prima di partorire mi sono detta: "Se va bene dall'inizio ok, altrimenti non lotterò come con Anastasia. Voglio essere serena e basta, con l'allattamento al seno o il latte artificiale!".
      Ma è andata come desideravo:-))

      Elimina
  4. Non ti conoscevo... Intanto, straordinaria la citazione in apertura, non la conoscevo, magari te la ruberò ;-) Devo dire che non so bene cosa pensare: vedere una madre che allatta uno scolaro di 5 o 6 anni non mi piace. Eppure, esattamente come te, ho allattato a lungo i primi 2 figli (fino ai 19 mesi), e sto ancora allattando la terza (20 mesi), e, sempre come te, non era solo per loro, ma anche per me che lo facevo: non avevo fretta, anzi mi dispiaceva smettere. Quando ho smesso (coi primi due) è perché loro stessi ormai non erano più interessati, nonostante lo offrissi. Capivo che insistere sarebbe stato forzarli. Non bisogna negare, ma nemmeno forzare... Ora vediamo con l'ultima come andrà a finire. Ho molto da imparare ancora: sento che dentro le voci e i giudizi degli altri potrebbero condizionarmi a staccarla... e che forse sono questi stessi giudizi a rendermi così inaccettabile l'immagine di uno scolaro al seno. Tu cosa pensi di un bimbo che a 6 anni succhia ancora per addormentarsi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pensieri rotondi:-)))
      Ruba ruba, Korczak ne aveva dette di belle cose...
      Cosa penso di un bimbo che a 6 anni succhia ancora per addormentarsi?
      Beh, sinceramente non riesco immaginarmi nella situazione di avere attaccato al seno un bimbo così grande... Quindi farei in modo di smettere prima, ma molto prima. Non mi sento di giudicare chi lo fa perché rispetto le scelte altrui e in fondo non c'è nulla di male... Ma forse perché nella nostra società non siamo abituati a quest'immagine, anche a me farebbe un po' "strano" vedere allattare un bambino così grande. A quell'età per addormentarsi potrebbe bastare una lettura condivisa, addormentarsi vicino al genitore con un po' di coccole...

      Elimina
  5. Che dolcezza nelle tue parole!
    Ho allattato Polpetta 20 mesi e smettere è stato più un trauma per me che per lui. Ero io che non ero pronta a smettere...
    Ora allatto Pulcino, tre mesi. Chissà dove ci porterà questa via lattea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)))
      Buon proseguimento sulla via lattea!:-))

      Elimina
  6. Ho allattato il primo figlio poco perchè sono rimasta subito incinta della seconda con cui ho dirato ..abbiamo durato più di due anni....con gli altri 3 guale adesso Ladymary ha 16 mesia e prende ancora il mo latte.come hai detto tu èun bisognodi entrambe..... un coccolarci vicendevole senza limiti. trovo che l'allattamento sia positivo quando entrambe le persone sono serene .......
    allattare è fantastico almeno per me ...... no sarà una passeggiata all'inizio ma si può tentare...
    veronica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serenità è la base dell'allattamento!
      grazie del tuo commento Veronica!

      Elimina
  7. Purtroppo io non ho mai avuto latte e non ho potuto allattare ma, se fosse stato possibile, l'avrei fatto seguendo i bisogni di mio figlio, proprio come stai facendo tu. Brava Aga, avanti così alla faccia di tutte le sopracciglia alzate ;-)

    RispondiElimina
  8. Io ho allattato fino i 7 mesi, poi in maniera molto naturale il latte si è esaurito e il cucciolo non ne ha più richiesto....per fortuna è stato molto semplice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è molto bello quando l'allattamento al seno termina in modo così dolce e spontaneo, senza nessun trauma per entrambi!

      Elimina
  9. Che dire? Concordo in pieno! Ho allatato la mia cucciola fino a due anni e mezzo. Un'esperienza unica e appagante. Ho smesso di allattare per motivi personali di salute.. .altrimenti avrei continuato ( entro i dieci anni. ..:-D ). Ne ho visti tanti di sopracciglia alzate e sentiti pareri neanche richiesti. Ovviamente snobbati :-) . Vediamo con il secondo pupo come andrà. Ma sono sempre per il via libera alla mia e alla sua volontà. Un bacio. Mel

    RispondiElimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!