mercoledì 11 novembre 2015

Angioletto con impronte delle mani


Ai bambini piace tanto sporcarsi le mani (e non solo). Infatti facilmente si possono trovare tantissime attività creative per ogni occasione e stagione, dove si usano le impronte (delle mani o dei piedi). In un libro dedicato al Natale ho trovato l'immagine di un dolce angelo - il suo vestito e le sue mani erano fatte con l'utilizzo delle impronte delle mani - l'ho trovato carinissimo e adatto all'età di Anastasia! I bambini dai 3 anni in su, con un po' di aiuto della mamma (o del papà) potranno fare il proprio angioletto, proprio come abbiamo fatto noi:-)))

Una domenica pomeriggio insieme a Anastasia ci siamo messe all'opera per realizzare il nostro angelo. Cosa serve?
  • un cartoncino (noi abbiamo scelto il blu ma andrà bene anche bianco o un altro colore)
  • tempere colorate
  • pennello
 Se non si usano solo le tempere:
  • forbici
  • colla 
  • cartoncino color pelle
  • pennarelli
Si comincia dal più bello: sporcarsi le mani! Ho spennellato sulla mano di Anastasia la tempera verde che abbiamo scelto per il vestitino, poi ho fatto appoggiare la sua mano con le dita attaccate al centro (più o meno) del foglio. Fatto il vestito siamo passate alle ali; ho dato una lavata per togliere la tempera verde, poi ho pitturato di giallo entrambe le mani di Anastasia.


Lei ha lasciato le impronte delle mani sui lati del vestitino, rivolte con le dita nella stessa direzione dell'impronta verde. La mano destra sul lato sinistro, la mano sinistra sul lato destro (per orientarsi basta guardare il pollice che deve essere rivolto verso l'esterno del foglio in entrambi i casi).
Abbiamo girato il foglio - ecco che la figura dell'angelo si fa più chiara - c'è il vestito e le ali. Con un pennello e tempera verde Anastasia ha fatto due spennellate per aggiungere le braccia.



Se i vostri bambini sono capaci, possono proseguire dipingendo tutto l'angelo con le tempere. Io ho deciso di cambiare perché so che Anastasia non è ancora capace di dipingere gli elementi piccoli senza fare pastrocchi. Ho optato per una versione più semplice per lei e di conseguenza è risultato più pulito: dal cartoncino color pelle ho ritagliato un cerchio, di una grandezza giusta per fare la testa dell'angelo. L'ho incollato nella parte alta del vestito, poi ho lasciato Anastasia a fare i particolari con i pennarelli: gli occhi, il naso, la bocca, i capelli e l'aureola. 






Una volta fatto l'angelo, tutto il resto è stato un gioco da ragazzi;-))). Anastasia ha completato il cielo con delle stelle giganti e nuvole molleggianti. Il nostro angioletto è pronto, ora possiamo regalarlo o appenderlo come decorazione natalizia:-)))



Ispirazione: "100 idee per Natale", Ed. Usborne

2 commenti:

  1. Bellissimo e simpaticissimo, Aga... e Anastasia è bravissima a disegnare! Lo proverò con la mia piccola peste, ma ci vorrà un po' di pazienza: è più piccolina, e soprattutto odia sentirsi le manine sporche! Possibile?!?! devo trovare delle proposte attraenti per farla ricredere. Che questa sia l'idea giusta? :) Ti farò sapere!
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefy:-)))
      Anche Adele è così, appena si sporca le mani se li vuole pulire... (è proprio diversa dalla sorella)! Ma quando facciamo questi pasticci con i colori non gliene frega molto di pulirsi fino al momento che non avrà deciso che il gioco è finito!:-))
      Fammi sapere com'è andata!
      Un bacio!

      Elimina

È bello vederti qui! Se ti va, lascia un commento! Se sei un "Anonimo", lascia la tua firma. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perderti nessun post! MAMMAger by Email!